I punti neri o comedoni sono inestetismi della cute che si manifestano con eruzioni acneiformi (brufoli) di colore nero o giallo. Sono frequenti durante l’adolescenza ma possono interessare altri momenti della vita di una persona a causa di squilibri ormonali, scorretta pulizia della pelle e abuso di cosmetici. Li ritroviamo più spesso in alcune zone del viso come naso e guance.

Esistono diversi metodi per contrastare la formazione e la proliferazione dei punti neri, tra questi un rimedio più o meno naturale, a seconda degli ingredienti sono le maschere viso punti neri.

Maschera viso punti neri: come funziona?

Una maschera di bellezza per punti neri ha azione esfoliante, aderisce alla pelle e rimuove le cellule morte e le impurità, lasciando la pelle detersa e pulita.

Spesso questi prodotti contengono ingredienti come argilla, carbone attivo, acido salicilico e eucalipto che hanno azione purificante e detossinante.  Una volta applicata sul viso, l’insieme degli elementi che compongono la miscela della maschera, lavorano insieme per agire in profondità sulla pelle e sui pori, liberandoli da sporcizia e impurità.

In commercio esistono vari tipi di maschere, tra queste spiccano: le “peel off” che aderiscono alla pelle creando una sorta di seconda pelle, e le “black mask” di colore nero grazie a sostanze specifiche che purificano la pelle.

Come utilizzare la maschera viso punti neri

Il loro utilizzo è molto semplice: si applicano sul viso, si attende il tempo indicato sulla confezione o sul prodotto e si rimuovono seguendo le indicazioni.

Una buona abitudine per una corretta e regolare beauty routine è quella di detergere e asciugare bene la pelle prima di procedere all’uso della maschera.

Ricerca degli ingredienti più efficaci

Nella scelta di una maschera di bellezza per i punti neri bisogna prestare attenzione alla presenza o meno di alcuni importanti ingredienti come:

  • il carbone attivo o carbone vegetale è un prodotto che deriva dalla combustione di materiali vegetali come il legno e le noci di cocco, ha un’azione fortemente disintossicante poiché attira naturalmente batteri, sebo in eccesso e tossine.
  • L’acido salicilico è una molecola dotata di proprietà esfolianti e profondamente purificanti che amplificano il rinnovamento delle cellule prevenendo la formazione di nuovi punti neri.
  • L’argilla viene usata per il suo effetto purificante, antiossidante, lenitivo e rigenerante. E’ ideale per le pelli delicate e sensibili poiché ha un’azione decisa ma non aggressiva.
  • L’eucalipto ha azione antinfiammatoria e antibatterica rendendo la pelle più sana e fresca.

Ne esistono diversi tipi a seconda della sua composizione, per esempio l’argilla verde è ricca di ferro che ha una spiccata attività purificante, l’argilla bianca ammorbidisce la pelle e quella rossa è per le pelli più delicate.

Maschera viso per punti neri: uno sguardo al naturale

In commercio esistono diverse possibilità di scegliere maschere anti-punti neri, ma se si vuole provare a realizzare un prodotto fai da te, completamente naturale ed economico, ecco di seguito un paio di ricette.

Nel caso di pelle grassa e lucida è indicata una maschera a base di due cucchiai di gel di aloe vera e un cucchiaio di curcuma in polvere, da applicare una volta alla settimana, dopo una pulizia approfondita del viso. Questo composto ha un’azione purificante e idratante non seccando la pelle ma mantenendola fresca.

Se invece si tratta di pelle delicata o normale, si può realizzare una maschera viso utilizzando tre cucchiai di yogurt bianco (se possibile greco per la sua densità molto cremosa) e un cucchiaio di succo di limone. In entrambi i casi lasciare in posa almeno 15 minuti per un effetto purificante e illuminante.

Fonte foto: Kimia Zarifi su Unsplash – La foto non rappresenta persone legate all’argomento di questo articolo (modello/a in posa)

Comments are closed.