Per mantenere belli e sani i capelli biondi e preservare il loro colore naturalmente “baciato dal sole”, chiaro e luminoso allo stesso tempo, potrebbe essere necessario ricorrere a trattamenti adeguati, o accorgimenti per ravvivare il biondo. Ecco perché usare un prodotto riflessante capelli biondi, prodotto necessario per ravvivare un biondo un po’ spento, ma anche per aggiungere diversi riflessi e rendere il biondo più luminoso, intenso, vibrante o ricco di sfumature.

Che i capelli siano castani, biondi, color miele o ramati, oggi più che mai a far la differenza sarà la ricchezza delle varie sfumature del colore. Questo, che il biondo sia naturale o artificiale.

Riflessante capelli biondi: a cosa serve

Il riflessante capelli biondi viene usato per dare più luminosità al colore, per accentuarne le varie sfumature e rendere il colore quindi più “vibrante”. Un alleato prezioso quando il colore risulta un po’ spento e/o sottotono.

In alcuni casi, il riflessante capelli biondi viene usato proprio in sostituzione del colore in quanto risulta più naturale, ma anche perché privo di rischi per il capello. Infatti, si tratta in realtà di pigmenti colorati che si fissano sul capello, in superficie, senza andare in profondità.

Una colorazione semi-permanente senza ammoniaca e allo stesso tempo, un intensificatore di colore.

Riflessante capelli biondi: quando usarlo

Oltre a dare un twist al colore biondo, che sia un colore artificiale o un colore naturale diventato un po’ spento, il riflessante capelli biondi viene usato anche per coprire o mascherare i primi capelli bianchi. Una valida alternativa ad altri trattamenti più drastici o aggressivi.

Inoltre, un altro vantaggio dell’utilizzo del riflessante è quello di poterlo usare in estate. Colore e sole messi insieme non sempre sono un’accoppiata vincente. Il riflessante non essendo aggressivo, non rischia di stressare o danneggiare il capello, nonostante il sole.

Insomma, il riflessante può essere usato sempre, senza troppi problemi e garantire un risultato naturale.

Riflessante capelli biondi: come usarlo

La prima cosa da considerare sarà la tonalità del riflessante. Sarà importante scegliere un colore più simile possibile al proprio colore, se l’obiettivo è quello di coprire ricrescita o i capelli bianchi.

Se l’obiettivo invece sarà quello di movimentare il colore biondo con varie sfumature, bisognerà anche qui scegliere con cura il colore del riflessante capelli biondi.

Solitamente il riflessante capelli biondi si applica come una maschera per capelli. Bisognerà applicarlo su capelli lavati, umidi e tamponati e dopo averlo massaggiato per bene sui capelli verrà lasciato in posa, dai 3 ai 10 minuti circa, a seconda dell’effetto e dell’intensità desiderati.

Esistono anche diversi shampoo riflessanti capelli biondi, da usare, appunto, come normali shampoo. Dopo averlo applicato su tutto il cuoio capelluto, sarà meglio massaggiarlo per 3 o 4 minuti prima di risciacquare e di applicare eventualmente un balsamo.

Un’altra alternativa è quella di scegliere un riflessante da applicare anche su capelli asciutti, con l’aiuto di un pennello per tinte e di un pettine. Una variante consigliata per coprire capelli bianchi e ricrescita in modo più preciso.

Quanto dura l’effetto del riflessante capelli biondi

L’effetto del riflessante può variare a seconda del prodotto, dell’effetto desiderato, e dalla condizione di partenza. Tuttavia, solitamente dura mediamente dai 15 ai 28 giorni circa, o dagli 8 ai 10 lavaggi. Tempistiche che potranno variare in base ai vari lavaggi e alla loro frequenza.

Fonte foto: Foto di Sherise Van Dyk su Unsplash

Comments are closed.